Mala Spina & Il Mangia Peccati

L’ Humor nero nell’ horror è uno dei generi di scrittura più difficile da rendere, forse il più difficile in assoluto. Non sono in molti a saper far sorridere con l’utilizzo di cadaveri, tombe, zombie e altre mostruosità, eppur qualcuno ancora ci riesce.
Il black humor si contraddistingue come quel genere di umorismo per cui “se ridi sei una brutta persona” (nella filmografia horror un esempio perfetto di Black Humor è Warm Body dove l’adolescenza diventa ancora più ostica se sei morto e le capacità di conoscere ragazze si assottigliano fino a sparire)
Sapete chi si diletta con il black humor in Italia ( a parte blogger di una cattiveria infinita che noi adoriamo)? Si distingue come scrittrice Mala Spina.
Mala Spina è un’autrice indipendente, grafica e disegnatrice di talento, che spicca fra gli altri per un accento fortemente toscano, una gran simpatia e uno stile di scrittura fresco; qualche esempio?

Io ho letto da poco la sua opera forse più rappresentativa, “Il Mangia Peccati- esorcismo per stomaci deboli” dove un (adorabile) giovane rosso di nome Martin, perduto nell’Italia di altri tempi, cerca disperatamente di tirare avanti senza immischiarsi in cose troppo macabre per il suo stomaco irritabile, senza troppo successo perchè:
“Quando si muore senza confessione i peccati seguono l’anima, ma a volte sono così immondi da rimanere indietro.
In casi come questi ci vuole un professionista”

La selvaggia toscana dell’800 fà da sbigottito sfondo a zombie macilenti, cimiteri in tumulto, pasti luculliani di ottima cucina toscana, riti di chiara incisione chtuloide, genitori da dimenticare, belle ragazze svampite in pericolo e folli fughe; di questa è composta la vita del nostro Martin, professione scassinatore.
Ma lascio a Mala stessa la presentazione del suo libro; mi scuso per l’audio terribile.
Potete trovare Il Mangia Peccati e gli altri romanzi di Mala Spina su AltroEvo.

 

 

Intervista a Mala Spina allo Spezia Comics 2018