Coraline

e la porta magica.

Se hai de mostriciattoli in casa che sono ancora troppo cuccioli per vedere dei film veri ma ti pressano per vedere “i film paurosi” allora ho un regalo per te.

Esiste una piccola casa d’animazione (piccola un corno in realtà, è solo poco conosciuta) che fà di nome “Laika”. Come la cagnolina mandata nello spazio.

E’ la Nickelodeon di noialtri che schifiamo la zuccherosa Disney e ha prodotto, completamente in stop-motion, un film d’animazione dal titolo “Coraline”.

Non “Caroline” ne  “Cheroline”! Attenzione, perché lei ci tiene molto.

Scritto da Neil Gaiman ed illustrato da Dave McKean; i padri della narrativa per bambini per eccellenza potete sia leggere che guardare questa bizzarra storia. Non è narrativa come tutte le altre; se non conosci questi due ti sei decisamente perso qualcosa, vedi di rimediare alla svelta prima di diventare troppo vecchio per capire qualcosa di quello che leggerai e vedrai; lo dico per te, non è una minaccia, è una promessa.

“I Lupi nei Muri” , “Il figlio del cimitero” sono solo due delle opere di questi due Dei dell’illustrazione e della scrittura; ma se non hai mai sentito nominare, o letto, uno di questi due nomi, allora sappi che l’opera omnia del maestro della scrittura è indubbiamente una “piccola” (ironico come lo è per Laika) raccolta di fumetti intitolata “Sandman”.

Ecco quello NON è un libro per bambini.

Sandman può essere definito il padre putativo di Coraline, il tipo di opera che leggeranno da grandi le piccole creature nate e cresciute nel mondo di infanzia di Neil. Un mondo non molto adatto ai bambini di oggi; quelle piccole creature frignanti con il cellulare di papà nella manina destra e la pubertà precoce nell’altra. Se hai la sfortuna di aver inconsapevolmente cresciuto una creatura del demonio come questa allora temo sia un pò tardi per questo film.

Quello di Neil è un mondo per bimbi coraggiosi, intuitivi e, sopratutto, avventurosi. Bambini che vanno in contro alla morte, per vedere cosa c’è dall’altra parte.

Dimenticati i piccoli geni della tivù moderna, piccoli adulti in miniatura; questi sono bambini veri; e i bambini veri, che sognano ancora di essere da grandi “pirati” e “cacciatori di dinosauri” non temono la paura, loro VOGLIONO la paura.

Se voi sarete abbastanza saggi da concedergliela non coprite loro gli occhi davanti a “l’altra madre” ne dite loro che “è stato solo un film” quando vi dirà che c’è un ticchettio di unghie sul pavimento di camera loro, o che il gatto gli parla quando sono da soli dietro l’armadio.

Amateli e spaventateli, perchè Coraline li prenderà per mano e li porterà con se oltre una piccola porta dimenticata in un angolo del soggiorno, in un mondo proprio uguale al nostro, ma un po’ più lugubre, un po’ più buffo, un po’ più divertente, dove troveranno una madre che regala gelato per cena e splendidi maglioni fosforescenti; una madre proprio uguale alla loro, se non che lei a loro ci bada, lei gioca con loro e affronta tutti i loro problemi, lei li punisce chiudendoli nello stanzino, lei ha bottoni lucidi per occhi, lei non è quello che sembra.

Amateli perchè questo film li spaventerà a morte, e lo farà per regalarti l’opportunità di dire a tuo figlio “Io sono qui. Ti amo anche se non gioco sempre con te e a volte ti lascio solo con la tv, penso a te anche quando ti compro maglioni brutti e non firmati, ti amo anche quando ti obbligo a mangiare quello che ti fà schifo. Ma non ti vorrei mai diverso da come sei, non sarò mai geloso di te, non ti legherò indissolubilmente a me, forse solo un pochino. Ma mai, mai, mai resterai solo. Ti capirò, ti insegnerò, ti sgriderò, e ti amerò sempre”

Perchè per l’altra madre Coraline è solo un bel giocattolo da cui farsi amare, e i gatti non hanno bisogno di nomi perchè sarebbe come dare un nome al vento, e le punizioni possono essere davvero terribili, e tutta la paura del mondo sarà sempre necessaria, perchè solo dalla paura può nascere il coraggio; e solo dagli incubi possono nascere i sogni.

Buona visione

e

Buona 1/2Notte